Scienze Biomolecolari e cellulari



Coordinatore prof. Paolo Mariottini (mariotpa@uniroma3.it)

Gli interessi scientifici della sezione della Scuola dottorale “Scienze Biomolecolari e
Cellulari” comprendono le seguenti discipline Biologiche di base: Biochimica, Biologia
Cellulare, Ricerca Didattica, Genetica, Microbiologia, Fisiologia e Biotecnologie Vegetali,
Virologia. La ricerca è incentrata sulla biologia di base di organismi batterici, animali e
vegetali a livello molecolare e cellulari, con particolare riguardo alle loro funzioni e
regolazione, anche in vista di possibili applicazioni biotecnologiche. Il dottorando sarà
avvantaggiato dall’esistenza, nell’ambito del programma dottorale, di aree di eccellenza
nella ricerca di base, oltre che dalle strette interazioni tra ricerca di base ed applicata.
Le tesi di dottorato verranno svolte in laboratori di ricerca che in genere coinvolgono
approcci multidisciplinari. I dottorandi lavoreranno in un ambiente creativo caratterizzato
da una forte integrazione e collaborazione tra discipline biologiche diverse. Finalità del
corso di dottorato è quella di sviluppare competenze professionali conoscenze
specialistiche per una futura carriera nell’ambito della ricerca biologica.


 

Aree di ricerca della Sezione BCS

1. a. Biochimica, Biofisica, Bioinformatica – Rapporto struttura-funzione di macromolecole
biologiche. Approcci Biotecnologici e applicativi allo studio delle macromolecole.

1. b. Biologia Cellulare – Ruolo del pathway dell’Ossido di Azoto in differenti linee cellulari
e organismi modello, in condizioni normali e sperimentali. Regolazione della produzione di
NO da parte degli enzimi costitutivi e inducibili. Interazione dell’NO con proteine bersaglio.
Ruolo degli stress ossidativi e nitrosativi nella neurodegenerazione.

1. c. Genetica – Analisi della attività antimutagena/anticarcinogena di agenti naturali su
cellule di mammifero in vitro: ciclo cellulare e modulazione intercellulare da Gap Junction
, danno al DNA e apoptosi. Danno endogeno ed esogeno al DNA e riparo in cellule umane :
ruolo dei polimorfismi del riparo al DNA nella suscettibilità individuale.

1. d. Microbiologia –Genetica molecolare di batteri patogeni. Evoluzione di Shigella a
partire da un Escherichia coli ancestrale non patogeno. Ruolo di geni di “antivirulenza,”l
a cui presenza interferisce con il meccanismo di patogenicità

1. e. Biologia Molecolare - Regolazione ed espressione di geni codificanti per specifiche
ossidasi e acetil-trasferasi coinvolte in vie metaboliche: produzione, caratterizzazione
e localizzazione subcellulare delle relative proteine ricombinanti. Filogenesi molecolare
di organismi modello.

1. f. Fisiologia e Biotecnologie vegetali - Caratterizzazione biochimica e molecolare,
ruoli fisiologici e applicazioni biotecnologiche di enzimi coinvolti in vie metaboliche
delle piante. Ruolo nello sviluppo e differenziamento e risposta agli stress.

1.g. Virologia – interazioni virus-cellula nelle infezioni retrovirali, immunità antivirale
innata e immunoevasione virale; biologia degli interferoni di tipo I, citochine che
regolano la crescita cellulare, il differenziamento e la risposta antivirale e immunologia.

1. h. Ricerca Didattica – Insegnamento e apprendimento delle scienze; definizione di
ipotesi metodologiche e produzione/validazione di materiale per l’addestramento e
l’aggiornamento degli insegnanti delle scuole pre-primarie, primarie e secondarie;
messa a punto e diffusione di metodi educazionali basati sull’apprendimento
attivo e cooperativo.