Dipartimento di Scienze della Formazione



LABORATORIO FORMAZIONE E MEDIA




Referente: MARINA D'AMATO
Descrizione: Lo scopo del laboratorio Educazione e Media è quello di analizzare l’universo simbolico dei bambini e dei giovani. L ’analisi, le ricerche e le attività didattiche connesse al laboratorio si sono concentrate sul mondo fantastico, mitico e valoriale proposto alle giovani generazioni. L’idea che ha ispirato tutte le attività è stata quella di individuare i nessi ed i punti nodali dell’offerta di immaginario globale connessa al mondo dei bambini e dei ragazzi. La questione dell’infanzia, ampiamente trattata a livello teorico nelle scienze umane in ambito psicologico, pedagogico, filosofico, giuridico e storico non è ancora una questione teorica sufficientemente sviluppata in ambito sociologico e soprattutto gli studi che concernono la “sua” cultura, riguardano più la fruizione che l’offerta. Per questo il laboratorio ha invece posto attenzione alle rappresentazioni sociali proposte dai media ai giovanissimi. Nell'ambito delle attività didattiche, obbligatorie del corso di laurea di Scienze della Formazione primaria, le attività del laboratorio sono rivolte agli studenti. Le strumentazioni richieste sono essenziali per l'attività dei convegni e dei seminari previsti. Al laboratorio come parte integrante delle attività didattiche e di ricerca fanno riferimento: - gli studenti: sia per il tirocinio interno che per l’orientamento; - le specifiche attività didattiche previste dal piano di studi del corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria; - le attività di ricerca degli insegnamenti di Sociologia, Sociologia dell’infanzia. Il laboratorio Educazione e media è indispensabile alla preparazione dei Convegni nazionali e internazionali che annualmente vengono proposti. RICERCEH SVOLTE: 1) Aggiornamento sulla mediazione culturale nei musei di Roma e provincia, comparata con il contesto nazionale ed europeo; sono stati predisposti due modelli di mediazione culturale: alla Galleria Borghese e alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma; 2)Arte e identità sociale: bestsellers, musica e fiction. La ricerca costituisce la logica prosecuzione di un impegno di studio sui nuovi paradigmi dell’immaginario iniziata negli anni ’80 e focalizzata fino adesso prevalentemente sull’offerta del mondo fantastico rivolto all’infanzia. L’impegno attuale è invece quello di indagare gli elementi più diffusi dell’offerta di fantasia rivolta al mondo adulto. L’analisi dei bestsellers, delle canzoni diffuse, dei serial televisivi visti e dei film, con più conclamato successo di pubblico è quindi finalizzata alla ricerca delle “nuove morali” e dei nuovi comportamenti “vincenti” dei protagonisti delle storie. Le ricerche contemporanee non a caso prestano una grande attenzione al ruolo emotivo e a quello dei sentimenti, come elementi nodali dell’azione sociale. Sono stati campionati e analizzati i romanzi, le canzoni, le serie tv, i film da analizzare nell’arco di 15 anni, dal 1998 al 2013. La ricerca è in corso di stampa.
Sito web: -
Indirizzo: via del Castro Pretorio 20, Stanza 3.16
Recapito